Architetti: ego o proprietà intellettuale?

Frank Lloyd Wright era al lavoro sul suo capolavoro (SC Johnson Research Tower a Racine, Wisconsin), e aveva un problema: i tubi di vetro che voleva avvolgere attorno agli angoli della torre avevano la tendenza a lasciar entrare non solo la luce, ma anche la pioggia!Thomas H. Truslow Jr., direttore generale delle vendite di Corning Glass Works, propose la soluzione di Wright -strisce impermeabili flessibili- direttamente ai dirigenti della Johnson, scavalcando l'Architetto.

“Hai messo il carro davanti al cavallo. È necessario avere l’autorizzazione dell’Architetto prima di andare dal Committente. Non sai come si lavora con un architetto?", scrisse in una lettera dattiloscritta il 10 novembre 1948. Aggiunse un punto interrogativo arrabbiato con inchiostro verde.

"Lo schema non è della Johnson Company", continuò. "È dell'architetto. È mio” (sempre con l’inchiostro verde).